To top
7 lug

Scarpe su misura: per camminare sempre nelle “tue” scarpe

scarpe su misura

Artigianalità, passione e competenza: ecco cosa si intende quando parliamo di scarpe su misura. Un mestiere antico che da sempre fa dell’Italia un punto di riferimento nel mondo.

 

 

Scarpe su misura: la preziosa figura dell’artigiano

 

La storia delle scarpe su misura risale a secoli fa quando l’uomo ha iniziato a girare il mondo e ad aver bisogno di calzature che rendessero più confortevoli i suoi viaggi. Pian piano, con il passare del tempo, le scarpe sono poi diventate un segno di riconoscimento sociale. E con loro il lavoro artigianale si è trasformato da semplice opera manuale in vera e propria arte.

Senza contare che anni fa non esisteva “l’usa e getta”: poche persone avevano due paia di calzature ed era consuetudine farle passare di fratello in fratello ed eventualmente portarle a riparare dal ciabattino. Le botteghe artigiane diventavano quindi un luogo di ritrovo dove conversare, visto che i paesani aspettavano in fila il loro turno con le proprie scarpe in mano. I calzolai iniziavano a lavorare all’alba e finivano a notte tarda in compagnia della luce fioca del lumino ad olio. Gli strumenti che usavano di più per produrre scarpe su misura erano la lesina per bucare il cuoio e la pelle, il martello per piantare e schiodare i chiodi, la raspa per sgrossare la suola, la forma, il coltello, la tenaglia a morsa e il piede di porco.

In Italia, in particolare, la grande capacità dei nostri artigiani nel produrre calzature su misura ha fatto sì che il nostro paese fosse riconosciuto in tutto il mondo per l’alta qualità delle scarpe fatte a mano e l’utilizzo di ottimi materiali. E’ un mestiere che oggi affascina perché non sono molte le botteghe artigiane dove si confezionano scarpe artigianali su misura. E la figura dell’artigiano delle scarpe è molto importante perché segue tutte le fasi della produzione della scarpa, dalla scelta dei materiali più adatti al modello da creare fino al confezionamento.

 

Scarpe su misura: le fasi della produzione artigianale

 

Dal momento che vengono modellate in base agli specifici bisogni di chi le richiede, le scarpe su misura sono molto personali. Ecco perché ogni fase di produzione deve essere attentamente studiata e calibrata in base alle richieste del cliente.

Il primo step consiste nella costruzione della forma partendo da una “silhouette” di legno standard che si modella in base alle misure prese (lunghezza, circonferenza, circonferenza del sotto collo, circonferenza del collo, passata o entrata del piede).

Il secondo passo per produrre scarpe artigianali su misura è passare alla creazione della tomaia: sulle misure della forma viene preparato un modello di carta che verrà utilizzato poi per tagliare la pelle. Dopo il taglio della pelle vengono riuniti tra loro i vari pezzi della tomaia e cuciti con la fodera. Questa operazione viene chiamata giuntatura. Successivamente si passa alla premontatura, ovvero la montatura provvisoria della scarpa sulla forma con i chiodini. Il fondo delle scarpe fatte a mano è costituito dalla suola, il sottopiede, la spianatura cioè il sottile strato di pelle o sughero tra essi interposto, il guardolo (striscia di cuoio o in gomma cucita come rinforzo tra la suola e la tomaia, i sottotacchi e i soprattacchi.

Le operazioni di montaggio sono:

  1. La montatura, cioè l’assestamento della tomaia sulla forma;
  2. La suolettatura, ossia l’affrancatura definitiva della tomaia che avviene attraverso l’inserimento del cambrione tra il tacco e la pianta;
  3. La cucitura del guardolo, cioè la striscia di cuoio morbido che regge le cuciture garantendo impermeabilità;
  4. L’ applicazione della suola cioè l’operazione con cui  viene spalmata una colla di caucciù lungo il bordo esterno della scarpa a cui poi si applica ad esso la suola;
  5. La costruzione del tacco che viene realizzato attraverso vari strati di cuoio che uno dopo l’altro vengono fissati alla parte posteriore della suola ed infine modellati per ottenere la sagoma desiderata.

La fase di finitura delle scarpe su misura consiste in tre ultime fasi: la finitura del fondo che consiste nel tinteggiare il fondo con colori all’anilina che devono essere lasciati asciugare per circa  1 ora, la levigatura e lucidatura e infine la sformatura.

Dopo dieci giorni da queste ultime operazioni la scarpa artigianale può essere estratta dalla forma di legno ed infine pulita attraverso la lucidatura manuale della tomaia e del fondo.

 

Le tipologie di pelle perfette per le scarpe su misura

 

Se si decide di farsi confezionare delle scarpe su misura è importante essere consapevoli di quali tipi di pelle possano essere ideali per la propria richiesta.

Il cuoio per le calzature su misura è costituito da due fogli: la crosta, cioè la pelle dal lato carne e il fiore, ovvero la parte di pelle dal lato del pelo.  La pelle bovina è quella più diffusa ed utilizzata, il suo spessore può variare ed è disponibile in diversi colori e trame. E’ maggiormente usata per scarpe artigianali uomo/donna fatte a mano che devono avere una certa rigidità.

 

scarpe su misura

 

La pelle di vacchetta è principalmente usata per oggetti di piccola pelletteria e ciò che la caratterizza è la particolarità del colore: con il tempo diventa tendenzialmente più chiaro.

Una delle pelli più pregiate è quella di camoscio e proprio da questa arriva il termine “scamosciato”. Questa tipologia di pelle è il risultato di una lavorazione complessa e articolata: si deve lavorare la crosta del pellame con una raschiatura diretta e successivamente sottoporla alla conciatura ad ossidazione in cui vengono impiegati oli di pesce .

 

scarpe su misura

 

Particolare per farsi confezionare un paio di scarpe su misura è la pelle di pitone. Il suo fascino consiste nell’unicità: ogni pelle è diversa, perché l’innesto delle squame è variabile. Le scaglie che si sollevano possono far pensare ad una pelle delicata e fragile ma in realtà nascondono un pellame molto resistente ed è facile da lavorare, per questo è adattata per la creazione di molti prodotti.

 

scarpe su misura

 

Infine la pelle di coccodrillo anch’essa scelta molto particolare per le scarpe su misura. La pancia del rettile è la parte più preziosa e, solitamente (unita a quella dei fianchi), è utilizzata per realizzare le creazioni più raffinate. Questo pellame, a causa della sua natura squamosa, richiede per la sola foratura attrezzi specifici, come gli aghi speciali per le macchine da cucire.

Ti piacerebbe avere le tue scarpe su misura? Visita il nostro sito e scopri tutte le creazioni degli artigiani Shusala: rigorosamente fatte a mano, seguendo l’antica tradizione di una lavorazione che si tramanda oramai da generazioni. In soli 14 giorni a casa tua. Sei ancora qui?

 

 

Shusala
Shusala
No Comments

Leave a reply